Blog

Sato 24 Maggio (2)

Altre medaglie dall’atletica leggera. E’ d’oro Riccardo Serra (Scienze Motorie) che nel salto in lungo supera la misura di 7,30 metri. Conferma al terzo posto per la 4×400 maschile composta da Hazmi, Bastarelli, Tartaglione e Miani nel tempo di 3’20’’94. Ma ci sono altri risultati di spessore che non possono passare inosservati. Stiamo pensando al quinto posto di Giacomo Mancini nel lancio del giavellotto, al sesto, sempre nel giavellotto, per Carlotta Camilli e alle settime posizioni per Margherita Mezzetti (400 ostacoli), Federico Camilli (400 ostacoli), Nicolò Bianchi (giavellotto) e Luca Montoleone (marcia).

Ma Milano 2014 sarà ricordata per la prima straordinaria doppietta nella pallacanestro. Gli uomini si confermano al vertice, in attesa di andare agli Europei di Rotterdam, ma c’è anche il primo successo della squadra rosa, all’esordio, affidata a Bebo Cilfone. Il general manager della spedizione biancorossa, Federico Panieri, ne ha (di complimenti) per tutti.

“Se siamo qua, nonostante i problemi dell’ultima stagione, lo dobbiamo alla lungimiranza e alla fiducia che ci hanno concesso i tre commissari, Vincenzo Santis, Lorenzo Lentini, Antonio Dima. Sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto. Sono orgoglioso di un gruppo straordinario. I ringraziamenti vanno a tanti. Non solo ai tre commissari, senza i quali non saremmo qui, ma anche a tutto lo staff, Cinzia Garbellini, Agostino Briatico, Chiara Boschi, Carlotta Bonvicini e Luigi Greco. Abbiamo fatto, anzi, abbiamo riscritto la storia. La differenza tra una squadra normale e una grande squadra è che quest’ultima, nelle difficoltà, riesce a risollevarsi, ottenendo il meglio”.

Vince la squadra maschile, affidata alla guida dell’ottimo Davide Pulvirenti, che spazza via anche il Cus Torino, 79-65. Il tabellino del Cus Bologna: Galli, Montanari 21, Chiarini, Burresi 2, Iattoni 2, Beccari, Montano 10, Chillo 16, Broglia 13, Chiappelli 7, Albertini 8. “Siamo partiti benissimo – dice con legittimo orgoglio Pulvirenti -. Ho cercato di dare al gruppo un’identità difensiva, abbiamo chiuso il primo quarto sul 22-7. Grazie a Panieri che mi ha voluto qui e che ha creduto in me. Adesso, magari, pensiamo anche all’Europeo”.

Festa grande anche per le fanciulle che superano 63-50 il Cus Bergamo. Il tabellino del Cus Bologna: Mini 8, Coraducci 8, Tognalini 10, Carbonell, Santarelli 4, Miccio 21, Costi 6, Tava 6. “Abbiamo pagato la stanchezza all’inizio – dice Cilfone – e non siamo partiti benissimo. Dopo l’intervallo però è venuto fuori il gruppo. Siamo davvero orgogliosi di quello che abbiamo combinato in questa settimana”.

Un doppio successo che andrà portato in dote al Magnifico Rettore Ivano Dionigi, da sempre vicino al mondo del Cus Bologna e in particolare a quello della pallacanestro.

 

Il medagliere di Milano 2014

Medaglie d’oro 17: Martina Anacoreti (taekwondo, forme), Martina Anacoreti (taekwondo, combattimento), Chiara Davalli (taekwondo, combattimento), Filippo Ludovico (taekwondo, combattimento), Martina Simoni (taekwondo, combattimento), (taekwondo a squadre),  Silvia Bulgarelli e Debora Pini (beach volley femminile), Andrea Scafa (pistola uomini), Dragana Palecek, Alessandro Procopio e Claudio Suppini (carabina a squadre), Dragana Palecek, Alessandro Procopio, Claudio Suppini, Andrea Scafa e Martina Angori (tiro a segno a squadre), Virginia Laurenti (sciabola femminile), Francesco Mantovani (tiro a volo double track),  Lorenzo Bilotti (atletica leggera, 100 metri), Vela, Riccardo Serra (atletica leggera, salto in  lungo), basket uomini, basket donne.

Medaglie d’argento 7: Martina Simoni (taekwondo, combattimento), Cristina Crosu (judo, categoria 48 chili), Virginia Laurenti (sciabola femminile a squadre), Giuseppe Gramazio (sciabola maschile), Riccardo Barbieri, Giuseppe Gramazio, Gabriele Lombardi (sciabola maschile a squadre), Riccardo Barbieri, Giuseppe Gramazio, Gabriele Lamberti, Iulius Spada, Luca Baldacci, Federico Pellicresi, Stefano Pellicresi (spada, fioretto e sciabola a squadre), Francesca Bertoni (atletica leggera, 3.000 siepi).

Medaglie di bronzo 8: Daniele Ricci (judo, categoria 66 chili), Anna Bartole (judo, categoria 52 chili), Dragana Palecek (carabina donne), Andrea Scafa, Chiara Grazie e Martina Angori (pistola a squadre), Tommaso Lazzarini (atletica leggera, 100 metri), Chiara Casolari (atletica leggera,  1.500 metri), Alberto Tartaglione, Davide Miani, Tommaso Lazzarini, Lorenzo Bilotti (atletica leggera, 4×100), Hazmi, Bastarelli, Tartaglione, Miani (atletica leggera, 4×400).